Problemi e disturbi trattati

In ambito clinico, effettuo consulenze psicologiche presso i miei studi (o tramite i mezzi di comunicazione a distanza) per:

Disturbi e problemi d’ansia e di panico

  • Ansia generalizzata
  • Ansia di parlare in pubblico
  • Attacchi di panico
  • Ansia da esame
  • Ansia da prestazione sessuale e di performance
  • Agorafobia
  • Fobia sociale o timidezza eccessiva

Dipendenze patologiche

  • Dipendenza e tossicodipendenza da sostanze stupefacenti
  • Dipendenza dal gioco d’azzardo patologico
  • Alcolismo
  • Dipendenza affettiva
  • Dipendenza da internet e videogame
  • Cybersesso (ricercare immagini hot in rete)

Disturbi della sfera sessuale

  • Disturbi dell’eccitazione maschile (disfunzione erettile), e femminile (mancanza di un’adeguata eccitazione sessuale)
  • Disturbi dell’orgasmo (eiaculazione precoce o ritardata, anorgasmia secondaria)

Disturbi e problemi di coppia

  • Superamento di una storia importante
  • Risoluzione di conflittualità reiterata
  • Superamento o interruzione del tradimento
  • Gelosia morbosa
  • Isolamento sociale di coppia
  • Crisi di coppia e gestione di situazioni a rischio separazione

 

Problemi dell’infanzia e dell’adolescenza

  • Bullismo e cyberbullismo
  • Fobia scolastica
  • ADHD
  • Fobie specifiche (animali, luoghi, eventi)

I disturbi elencati sono trattati seguendo i protocolli d’intervento psicologico che hanno riscontrato maggiore validità scientifica. Gli aspetti tecnici e le componenti di relazione tra lo psicologo e il paziente sono gli elementi fondamentali del successo abilitativo – riabilitativo.

Ogni tipo di consulenza e d’intervento psicologico, sarà strutturato in base alle risorse e alle difficoltà del cliente, se pur focalizzato su un focus specifico (in base alla problematica) sì interverrà su ogni aspetto di vita, poiché l’obiettivo finale non sarà solo l’estinzione del sintomo (o del problema) ma il miglioramento del benessere psicofisico, sociale e lavorativo. Se i sintomi riscontrati saranno invalidanti da non poter intervenire efficacemente, si consiglierà la collaborazione con il medico-psichiatra. In tal caso l’assunzione di psicofarmaci sarà necessaria per diminuire e gestire la sintomatologia del disturbo ma sarà in ogni caso necessario un’intervento psicologico per individuare i pensieri e i comportamenti che inconsapevolmente originano, alimentano e sostengono il disagio.

Si lavorerà quindi sui comportamenti che sono reiterati in modo disfunzionale e sulle credenze cognitive a essi associate (attraverso esercizi, prescrizioni, paradossi terapeutici) con la finalità di bloccare il circolo vizioso di auto-alimentazione patologica, in concomitanza alla sostituzione di comportamenti e pensieri funzionali e adattivi. L’intervento è rivolto all’adulto, alla coppia, alla famiglia e al minore (con il consenso informato firmato da entrambi i genitori).

 

Accetto
Questo sito usa i cookie per migliorare i servizi e analizzare il traffico. Navigando nel sito giorgiospennato.it accetti l'uso dei cookie. Cookies Policy - Privacy